ARCIDIOCESI DI MODENA-NONANTOLA
COMUNICATO STAMPA

Sul “Modena pride” e sulla “processione di pubblica riparazione”

Interpellato da diverse parti per un parere circa la manifestazione del “Modena pride” e la processione di “pubblica riparazione”, entrambe previste per sabato 1 giugno 2019, lo esprimo il più brevemente possibile, rinunciando al linguaggio ufficiale e adottandone piuttosto uno quasi confidenziale.
Prima di tutto confermo la mia adesione alla visione antropologica cattolica, espressa costantemente dal magistero del Concilio Vaticano II e condensata nel magistero dei pontefici, specialmente nella Familiaris Consortio di San Giovanni Paolo II, nel Catechismo della Chiesa cattolica e nella Amoris Laetitia di papa Francesco. Credo che il matrimonio sia una comunità di vita e di amore tra un uomo e una donna, connotata da complementarità, reciprocità e generatività, e come tale rientri nel progetto stabilito da Dio creatore e confermato da Cristo redentore. Contemporaneamente, insieme allo stesso magistero del Concilio Vaticano II e dei pontefici, credo che ogni persona vada accolta e accompagnata e quindi, per quanto mi è possibile, rifiuto gli atteggiamenti discriminatori verso coloro che non condividono l’antropologia cattolica e che, rimanendo entro la legalità, decidono di manifestare pubblicamente le proprie idee. La distinzione di San Giovanni XXIII tra "errante" ed "errore" resta uno dei capisaldi dello stile evangelico assunto dalla Chiesa, che cerca sempre la sintesi tra verità e carità.

Ciboamico, il progetto del Gruppo Hera per il recupero delle eccedenze alimentari, si apre per la prima volta alle città e approda al mercato Albinelli di Modena, da dove riparte con una veste ed un orizzonte tutti nuovi. Punti cardine dell’iniziativa rimangono la lotta allo spreco di cibo, la riduzione della produzione di rifiuti e una solidarietà concreta. 
La novità, presentata oggi presso la Comunità Terapeutica  La Torre dall’assessore all’Ambiente del Comune di Modena e da Paolo Paoli, Responsabile Distretto Modena - Servizi Ambientali del Gruppo Hera, da Roberto Berselli, Vice Presidente del Consorzio Gruppo CEIS, e da Andrea Prandini, Presidente del Consorzio del Mercato Albinelli, sta proprio nei protagonisti del progetto, ovvero gli esercenti dello storico mercato modenese.