Il Consorzio Gruppo CEIS nasce nell'ottobre 2008, allo scopo di riunire sotto la stessa forma giuridica enti differenti, operanti su territori diversi, che condividevano la medesima mission, ma anche per fornire agli enti stessi uno strumento capace di rispettare le proprie autonomie nell'offrire servizi diversificati sul territorio, condividendo i valori e l'approccio di base.

Il CEIS Centro di Solidarietà, nato a Modena nel 1982, diventato poi FONDAZIONE CEIS ONLUS, ha raggruppato da sempre associazioni, cooperative ed enti che si occupano di progettare, sviluppare e gestire servizi socioeducativi e socioassistenziali negli ambiti delle dipendenze, dei minori e dell’universo dell’assistenza.

Gli enti che hanno costituito il Consorzio Gruppo CEIS sono stati: il CEIS Centro di Solidarietà, l'Associazione Marta e Maria, il Centro di Solidarietà L’Orizzonte ONLUS, nato nel 1986 e la Cooperativa Sociale il Pettirosso di Bologna nata nel 1985.
Attorno ad essi si sono aggregati la Cooperativa Sociale SOLE, la Cooperativa Sociale ELIOS, la Cooperativa Sociale ULISSE (che oggi ha cessato di operare), la Cooperativa Sociale CEIS Formazione, il Villaggio del Fanciullo Cooperativa Sociale, la Cooperativa Sociale CooperiA.Ma (che oggi ha cessato di operare).

Nel 2015 il Centro di Solidarietà L'Orizzone onlus si è fuso per incorporazione nella Fondazione CEIS onlus. Sempre nel 2015 si sono associate al Consorzio la Coop sociale Butterflay di Forlì, la Cooperativa Sociale Piccola Città di Modena, la Cooperativa Sociale Eta Beta di Bologna.

A gennaio 2016 le cooperative Pettirosso, Sole ed Elios si sono fuse dando vita alla Cooperativa Sociale CEIS A.R.T.E. (Assistenza, Recupero, Trattamento, Educazione).

Nel 2017 è entrata nel consorzio la cooperativa sociale Bottega del Sole.

La scelta di raggrupparsi da parte di queste realtà differenti costituisce un elemento di forza poiché permette di offrire risposte di qualità alle richieste della committenza, fornendo servizi adeguati, avvalendosi di una rete regionale capace di accogliere e soddisfare bisogni diversificati in tempi brevi.

 (per maggiori dettagli vedi la pagina I soci)

 

 

 

 

La mission del Gruppo CEIS è operare nel campo del disagio in tutte le sue forme, in particolare adolescenziale e giovanile, ma non solo. Gli enti appartenenti al Gruppo si occupano di fenomeni quali le dipendenze, la malattia mentale, le malattie sessualmente trasmissibili, l’immigrazione e il disagio minorile.

Il Gruppo si propone di diffondere ed estendere la cultura dell’accoglienza e del prendersi cura,  favorendo il superamento dei pregiudizi e dell’eccessiva semplificazione o banalizzazione dei fenomeni legati al disagio, con l’obiettivo di promuoverne una corretta conoscenza e con essa il benessere complessivo della persona. Nel farlo, il Gruppo mira a costruire una rete permanente di collaborazioni tra le diverse agenzie educative quali la scuola, la famiglia e le istituzioni che gestiscono il tempo libero.

L’approccio applicato è quello del “lavoro di comunità”, che si compone di diversi elementi, a partire dall’auto-mutuo aiuto e dal superamento dello schema medico paziente. Si vogliono così attivare le potenzialità degli utenti, visti come persone portatrici di risorse più che di problemi.  Le dinamiche relazionali della vita comunitaria e quelle di gruppo vengono utilizzate per arricchire il trattamento, al termine del quale gli utenti vengono accompagnati in un percorso di reinserimento sociale.

Particolare attenzione viene posta nell’attivazione della rete sociale degli utenti e nella realizzazione di realtà comunitarie capaci di interscambio con il territorio. Fondamentale è anche la costruzione di équipe nelle quali l’apporto dei professionisti venga integrato in modo strutturale, abbinata allo sviluppo di un sistema integrato di servizi pubblico-privato sociale.

 

Il Gruppo CEIS raccoglie in tutto 9 enti, tra cui 7 cooperative, un’associazione ed una Fondazione onlus che si occupano di tematiche quali disturbi del comportamento alimentare, minori, immigrati, dipendenze, disagio psichico, sfruttamento, violenza, inserimento socio-lavorativo, assistenza agli anziani, aggregazione e solidarietà. Ogni realtà, impegnata su uno o più ambiti, opera in autonomia riconoscendosi nei valori, nell’approccio e negli obiettivi del Gruppo. Collaborano inoltre altre quattro realtà: CESAV Associazione volontari del CEIS, l’Associazione di Volontariato CASAPERTA, e il Circolo Alchimia.

Collaborano inoltre:

LA FILOSOFIA DI PROGETTO UOMO

Siamo qui
perché non c’è alcun rifugio
dove nasconderci da noi stessi.

Fino a quando una persona
non confronta se stessa
negli occhi e nei cuori degli altri, scappa.

Fino a quando
non permette loro di condividere i suoi segreti,
non ha scampo da essi.

Timorosa di essere conosciuta,
non può conoscere se stessa
né gli altri: sarà sola.

Dove altrose non nei nostri punti comuni
possiamo trovare un tale specchio?

 

Qui, insieme,
una persona può, alla fine,
manifestarsi chiaramente a se stessa,
non come il gigante dei suoi sogni
né il nano delle sue paure,
ma come un uomo parte di un tutto
con il suo contributo da offrire.

In questo terreno noi possiamo mettere radici
e crescere,non più soli, come nella morte,
ma vivi a noi stessi e agli altri.