Una riflessione sul tragico episodio di una 13enne stuprata per due anni, di Luciano Squillaci - Pres. FICT

Io sono di Melito…
 
Non sono nato a Melito Porto Salvo, ci sono arrivato giovane obiettore di coscienza circa 20 anni fa ed ho scelto di rimanere. Fino a qualche giorno addietro a chi mi chiedeva se sono di Melito ho sempre risposto con una battuta: grazie a Dio no, sono stato “importato”. Oggi, non più. A chi me lo chiede rispondo senza tentennamenti, con feroce convinzione ed orgoglio: si, sono di Melito, senza se e senza ma, così come lo è mia moglie e lo sono i miei figli....

di Giovanni Mengoli presidente del Consorzio Gruppo CEIS

Sul dibattito legato alla proposta di legge in commissione al Parlamento in questi mesi, mi permetto di offrire una breve riflessione che prova ad analizzare la questione da un punto di vista che sento molto caro ed importante per il futuro del nostro paese.
Chi ha presentato la proposta di legge l’ha motivata insistendo principalmente sull’idea che legalizzando le droghe leggere verrebbe dato un duro colpo alla criminalità organizzata. Credo che sia difficile poter fare una valutazione anticipata in questo senso: conosciamo bene infatti il detto popolare: “Fatta la legge, trovato l’inganno”.